Un campo estivo diocesano per ricostruire le relazioni

Si inititola «.com» la proposta diocesana per l’estate 2021 dedicata ad adolescenti e giovani. Si tratta non di un pellegrinaggio in qualche significativo luogo di spiritualità d’Italia, ma di un campo estivo diocesano realizzato da lunedì 26 a venerdì 30 luglio al Bella Italia Dolomiti village di Piani di Luzza (Forni Avoltri).

La proposta che segue potrà subire modifiche dipendenti dall’andamento della pandemia e delle relative norme.

 

Il tema: compagnia, comunità, comunione

Il nome .com può far intendere una nuova – ennesima – esperienza di incontro digitale. E invece si tratta di tutt’altro: .com è la radice di alcune parole che la pandemia ha nascosto tra mascherine e paure, e che sono il fondamento di ogni esperienza ecclesiale, in particolare giovanile: compagnia (intendendo il gruppo di amici che si ritrova in oratorio o a catechismo), comunità ecclesiale e comunione all’unico pane.

Obiettivo dell’esperienza è dunque la riscoperta delle relazioni fondamentali della vita di un (giovane) cristiano: la relazione interiore con sé stessi, la relazione con altri membri della propria comunità, la relazione con Dio. I cinque giorni nelle dolomiti friulane sono da intendere, quindi, come un’occasione per riscoprire e approfondire queste dimensioni relazionali.

 

Un mix tra la dimensione diocesana e il gruppo parrocchiale

L’esperienza offrirà una mescolanza tra momenti diocesani e occasioni per “ri-fare gruppo” nel proprio gruppetto parrocchiale. Tra i momenti diocesani figurano alcune catechesi e le celebrazioni quotidiane. Tempi dedicati al “ri-fare gruppo” invece saranno opportunità di tempo libero, escursioni, utilizzo degli impianti sportivi del villaggio, proposte di riflessione per gruppi parrocchiali.

 

Precauzioni COVID

Il villaggio di Piani di Luzza offre una serie di precauzioni sanitarie: dal pernottamento in camere a capienza limitata, uso contingentato dei bagni, attività all’aria aperta, minor bisogno di spostamenti con mezzi di trasporto rispetto ai consueti pellegrinaggi diocesani, fino alla preparazione dei pasti secondo le normative sanitarie vigenti in tempo di pandemia.

A questo proposito, alle famiglie di tutti i partecipanti sarà chiesta la compilazione di un patto di corresponsabilità.

I responsabili dei gruppi dovranno partecipare a una “formazione COVID” che sarà organizzata in prossimità dell’evento dalla PG diocesana.

 

Destinatari

Adolescenti e giovani dalla prima superiore (compiuta) fino ai 30 anni. Alcune attività saranno svolte in “fasce d’età”. Persone oltre ai 30 anni potranno partecipare solo ed esclusivamente se accompagnatori di un gruppo giovanile o solo in caso di posti liberi. Viceversa, l’esperienza non è adatta a ragazzi delle medie, nemmeno come singole eccezioni.

Possono iscriversi: gruppi parrocchiali di catechismo (per esempio: i cresimandi o il gruppo “post-cresima”), gruppi di animatori dell’oratorio, gruppi scout. Data la valenza relazionale dell’esperienza, è necessario che i partecipanti siano gruppetto composto da almeno 2 persone più un accompagnatore.

Viste le vigenti normative, è necessario che gruppi particolarmente numerosi abbiano la disponibilità di un accompagnatore maggiorenne ogni 10 adolescenti. Se questo rapporto numerico non si riesce a garantire, si contatti quanto prima l’ufficio di Pastorale Giovanile.

 

Informazioni per le iscrizioni

Costi, modalità di iscrizione, tempistiche, modulo on-line di pre-iscrizione e modulistica varia.

 

Area aggiornamenti

Tutti gli aggiornamenti sull’esperienza estiva 2021, giorno-per-giorno.

Vuoi condividere questo articolo?

Facebooktwittermail

Segui l'Ufficio di PG sui social

Facebooktwitteryoutubeinstagram