Torna l’appuntamento con la «Festa diocesana della vita». I giovani della città animano un’ora di adorazione

Si rinnova, come ogni anno, l’ormai tradizionale appuntamento della «Festa diocesana della vita» promosso dal «Coordinamento diocesano Persona – Famiglia – Vita» in occasione della 42ª «Giornata nazionale per la vita», quest’anno accompagnata dal tema «Aprite le porte alla vita» (a questo link tutti i materiali e il messaggio dei vescovi). Come sempre ricco il  programma di iniziative che prenderà il via sabato 25 gennaio, alle ore 17 al Centro culturale Paolino d’Aquileia a Udine (in via Treppo 5/b), con un racconto testimonianza della vita di Chiara Corbella Petrillo, a cura del postulatore della causa di canonizzazione, padre Romano Gambalunga, e di Veronica Loconte, amica di Chiara (durante l’incontro è prevista attività di animazione per i più piccoli).

Due figli morti entrambi poco dopo la nascita, Chiara stessa sale in cielo a 28 anni, per un tumore, dopo aver dato prova di una fede straordinaria.

Una notte di preghiera per la vita. Anche con i giovani

Le iniziative per la Festa per la vita a Udine proseguiranno sabato 1 febbraio con la Santa Messa delle 19.00 presieduta dall’Arcivescovo nella basilica della B.V. delle Grazie a Udine, con la speciale benedizione delle mamme e dei papà in attesa e dei bambini presenti. Seguirà l’Adorazione eucaristica per tutta la notte in Santuario. L’adorazione sarà guidata da gruppi familiari, di spiritualità e di preghiera.

Per ogni bambino non nato nel 2019 per aborto in Friuli e per i suoi genitori sarà dedicato un momento di preghiera davanti a Gesù Eucaristia. Durante la notte, alcuni sacerdoti saranno disponibili per le confessioni. Possono partecipare tutti coloro che desiderano pregare per la vita nascente.

I gruppi giovanili del Vicariato urbano di Udine animeranno l’adorazione eucaristica della prima ora, dalle 20.30 alle 22.00. Chiunque è invitato a partecipare a questo momento di preghiera.

Gli altri appuntamenti

Altri appuntamenti il 15 febbraio con lo spettacolo «Siamo nati e non moriremo mai più», sempre alle Grazie. Ad esibirsi sarà il «Piccolo coro Artemìa» di Torviscosa, diretto da Denis Monte, insieme alla voce recitante dell’attore friulano Manuel Buttus. Attraverso pagine musicali con voci giovanissime piene di vita e pagine scelte sarà possibile riscoprire la storia luminosa di Chiara Corbello Petrillo.

Infine il 25 marzo in Cattedrale la Santa Messa nella solennità dell’Annunciazione del Signore, presieduta da mons. Andrea Bruno Mazzocato. In questa occasione parteciperanno alla celebrazione tutti coloro che si spendono per proteggere la vita dal suo concepimento.

Qui la locandina in formato pdf.

Vuoi condividere questo articolo?

Facebooktwittermail

Segui l'Ufficio di PG sui social

Facebooktwitteryoutubeinstagram