Servizio Civile Nazionale: le proposte ecclesiali per crescere (anche) nel servizio al prossimo

Anche nell’ambito ecclesiale friulano sono disponibili alcune proposte di servizio civile nazionale (SCN), rivolte a giovani dai 18 ai 28 anni. La doppia ottica di servizio in una realtà ecclesiale permette ai giovani “serviziocivilisti” di effettuare un servizio capace di arricchirli in prima persona non soltanto in termini di nozioni, metodi, know-how e relazioni, ma anche di attenzione caritatevole verso il prossimo. Questo, ovviamente, mettendo in gioco una apertura e una disponibilità profonde, fino a toccare la fede di ognuno.

 

Di seguito alcune informazioni generali e l’elenco delle realtà ecclesiali sul territorio diocesano.

 

 

Servizio civile: caratteristiche generali

 

I progetti di SCN prevedono:

capacità di inserirsi in opere educative
1.400 ore annue per una media di 30 ore settimanali per 12 mesi
5 giorni settimanali
incontri di formazione
un compenso mensile di € 433,80 

 

Chi può presentare la domanda?

A eccezione degli appartenenti ai corpi militari o alle forze di polizia, possono partecipare alla selezione i giovani, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età, in possesso dei seguenti requisiti:

cittadini italiani;

cittadini degli altri paesi dell’Unione Europea;

cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti;

non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno

 

I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e, ad eccezione del limite di età, mantenuti sino al termine del servizio. Non costituisce causa ostativa alla presentazione della domanda di servizio civile nazionale l’aver già svolto il servizio civile nell’ambito del programma europeo “Garanzia Giovani” o aver interrotto il servizio civile nazionale a conclusione di un procedimento sanzionatorio a carico dell’ente originato da segnalazione dei volontari.

 

Non possono presentare domanda i giovani che:

abbiano già prestato servizio civile nazionale, oppure abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista, o che alla data di pubblicazione del presente bando siano impegnati nella realizzazione di progetti di servizio civile nazionale ai sensi della legge n. 64 del 2001, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi

abbiano il corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi.

 

Tempistiche

Le domande devono pervenire ai vari enti entro le ore 14.00 di lunedì 26 giugno 2017.

 

 

Disponibilità di posti in enti ecclesiali del territorio diocesano udinese

 

Realtà salesiane (info generali a questo link)

Il servizio civile nelle realtà salesiane richiede alcuni requisiti motivazionali: passione educativa, voglia dimettersi in gioco, desiderio di confrontarsi con un’opera salesiana e quindi con don Bosco. Le realtà coinvolte:

Udine, istituto “Bearzi”: 4 posti (progetto “Insieme siamo una famiglia”) + 6 posti (progetto “Crescere tra i banchi”) + 6 posti (progetto “Crescere in oratorio”)
Udine, casa delle zitelle: 4 posti (progetto “Crescere tra i banchi”) + 1 posto (progetto “Teniamoci per mano”)
Santa Maria La Longa, ass. “La Viarte”: 6 posti (progetto “Insieme siamo una famiglia”)
Tolmezzo, collegio salesiano “Don Bosco”: 2 posti (progetto “Crescere tra i banchi”) + 2 posti (progetto “Crescere in oratorio”)
Pavia di Udine, ass. “Il ponte”: 2 posti (progetto “Crescere in oratorio”)

 

Caritas Diocesana di Udine (info a questo link)

Esperienza di servizio civile internazionale in Etiopia, nella diocesi di Emdibir, per la realizzazione del progetto “Formazione per lo sviluppo in Etiopia” (per saperne di più vai a questo link). I posti disponibili sono 4.

 

Vuoi condividere questo articolo?

Facebooktwittermail

Segui l'Ufficio di PG sui social

Facebooktwitteryoutubeinstagram