🟢🟡 PREADO/BAMBINI – I santi patroni ci parlano ancora

Attività realizzata con: Ragazzi delle medie e bambini delle elementari
Iniziativa organizzata a: Parrocchie di Mortegliano, Lavariano, Chiasiellis (CP di Mortegliano)

Di cosa si tratta?

Le tre parrocchie festeggiano i loro santi patroni nei primi mesi dell’anno: queste sono diventate occasioni per riunire i tre paesi. Questa tradizione è stata rinnovata nonostante le limitazioni dovute alla pandemia.

Perché questa proposta?

  • far conoscere i santi patroni e la loro attualità;
  • far scoprire che tutti siamo chiamati alla santità;
  • ritrovarsi uniti attorno ai nostri santi.

Quando è stata realizzata la proposta?

Gennaio e febbraio 2021.

Chi e come realizza la proposta?

I santi patroni delle tre parrocchie sono San Paolino d’Aquileia (Lavariano), San Paolo (Mortegliano) e San Valentino (Chiasiellis). Nella settimana precedente alla festa i catechisti hanno preparato una card riguardante il rispettivo santo, che è stata inviata ai ragazzi tramite i gruppi WhatsApp. Nella card erano contenute l’immagine, alcune notizie (punti di forza), link per approfondire. Ai bambini/ragazzi è stato chiesto di approfondire e di mandarci le loro ricerche riguardanti sia i “nostri” santi sia quelli che sono cari alle famiglie. Nei gruppi, che si sono incontrati su piattaforma digitale, sono stati approfonditi alcuni contenuti in relazione all’età: per esempio i ragazzi delle medie hanno riflettuto sulla chiamata alla santità, i più piccoli hanno realizzato una catena colorata che parte da S. Antonio ed arriva a S. Valentino, eccetera.

Per permettere a tutti di approfondire questa proposta, sono stati condivisi i materiali.

Feedback ottenuti

Diversi ragazzi hanno inviato i loro lavori. Sulla pagina Facebook dell’oratorio sono state pubblicate le card dei santi ed è stata data rilevanza alle tre feste.

Per i più grandi è stato preparato al termine del percorso un gioco sulla piattaforma Kaout che abbiamo chiamato “SantoQuiz” con dieci domande a cui hanno partecipato 35 ragazzi.

Vuoi condividere questo articolo?

Facebooktwittermail

Segui l'Ufficio di PG sui social

Facebooktwitteryoutubeinstagram