🟢🟡 PREADO/BAMBINI – Il puzzle della Quaresima

Attività realizzata con: Gruppo catechisti per i bambini e i pre-adolescenti (ragazzi delle medie)
Iniziativa organizzata a: Parrocchie di Mortegliano, Lavariano, Chiasiellis (CP di Mortegliano)

Di cosa si tratta?

Prima della pandemia il gruppo dei catechisti aveva pensato di animare le celebrazioni della Quaresima partendo dai vangeli; era stata scelta una parola per ogni domenica e, come segno, un puzzle da costruire in chiesa e a casa. Non celebrando più in chiesa, l’idea di partenza è stata mantenuta ma è stata realizzata virtualmente.

Perché questa proposta

  • Continuare come ogni anno a vivere con intensità il tempo della quaresima con l’ascolto della Parola di Dio e la sua attualizzazione nei gesti quotidiani;
  • Coinvolgere tutti i gruppi della catechesi e le famiglie nell’animazione delle liturgie domenicali.

Quando è stata realizzata la proposta?

Durante tutta la Quaresima.

Nota della PG diocesana: nulla vieta che iniziative simili a questa possano essere realizzate, per esempio, nel maggio mariano o in altre circostanze.

Chi e come realizza la proposta?

Il gruppo dei catechisti, insieme al parroco, ha scelto le parole “chiave” per ogni domenica (questo era stato fatto prima della pandemia ma si è voluto mantenerlo) e un impegno da vivere nella settimana. La lettura e la riflessione sul vangelo della domenica è stata proposta alle famiglie tramite i gruppi WhatApp dei genitori, a cui sono stati inviati ogni settimana la traccia preparata dagli uffici diocesani e un pezzetto del puzzle che conteneva una frase del vangelo e l’impegno.

Nella chiesa parrocchiale, aperta per la preghiera individuale erano posti settimanalmente i pezzi di puzzle anche in cartaceo da poter prendere (vd. foto). In questo modo, settimana dopo settimana, è stato composto il puzzle colorato. Sono stati coinvolti tutti i gruppi (dalle elementari alle medie) con la pubblicazione dei post sulla pagina Facebook dell’oratorio parrocchiale (in questo modo).

Feedback ottenuti

Giudizio positivo da parte dei catechisti, per la possibilità di continuare a lavorare insieme portando avanti il progetto che era stato pensato nonostante la situazione.

Giudizio positivo anche da parte delle famiglie.

Vuoi condividere questo articolo?

Facebooktwittermail

Segui l'Ufficio di PG sui social

Facebooktwitteryoutubeinstagram