Oratori e pandemia: tiriamo le somme dell’estate

Come ha impattato l'emergenza sanitaria - e le relative norme di contenimento dei contagi - sulle esperienze estive realizzate dalle Parrocchie?

Al termine dell'estate 2020 è tempo di tracciare un bilancio delle attività educative che gli oratori sono riusciti (o meno) ad attivare. Le nuove normative regionali hanno indubbiamente causato un riassetto delle proposte, quantomeno a livello organizzativo. Molte Parrocchie, invece, hanno rilevato l'impossibilità di attivare le consuete esperienze di GREST o campi in montagna.

In questo tempo vogliamo porci una semplice domanda: com'è andata l'estate? Per rispondere proponiamo una doppia formula:

  • «Ecco quel che abbiamo... organizzato quest'estate» - Per chi ha attivato GREST o campi, proponiamo un "censimento" delle proposte attivate dagli oratori parrocchiali e salesiani del territorio, in modo del tutto analogo a quanto svolto gli anni scorsi.
  • «Come fuoco vivo si accende in noi... un po' di tristezza» - A chi invece ha preferito non attivare esperienze estive chiediamo quali sono state le principali motivazioni che hanno portato a un «non ce la facciamo». Questo in relazione alle esperienze proposte negli ultimi 2 anni.

A chi in passato attivava diverse esperienze, ma quest'anno ne ha proposte solo alcune, chiediamo la compilazione di entrambi i moduli (per esempio: «non abbiamo fatto il solito campeggio ma abbiamo organizzato ugualmente il GREST»).

La rilevazione, da svolgere entro il 6 settembre 2020, sarà utile per il nostro ufficio diocesano per capire quale tipo di supporto poter ulteriormente attivare.

Vuoi condividere questo articolo?

Facebooktwittermail

Segui l'Ufficio di PG sui social

Facebooktwitteryoutubeinstagram