MagicAvventura: volata vinta dalla Parrocchia di Torsa

La volata finale per la conquista della MagicAvventura 2017-2018 è stata vinta per un soffio dalla Parrocchia di Torsa (nella foto), che fino all’ultimo si è giocata il primo posto con i ragazzi di Sedegliano. Terzo posto per gli amici di Zugliano, autori di una strepitosa MagicAvventura.

I “Torsetti” (questo il simpatico nome del gruppo di Torsa) hanno centrato sulla MagicAvventura le attività di tutto l’anno, riuscendo così a lavorare con pazienza e passione sulle varie missioni assegnate nel tempo dalla Regina Miriam. Essi hanno anche avuto modo di addobbare a dovere il plastico della cittadella di KEYngdom, il quale testimonia tutto l’entusiasmo con cui questi ragazzi hanno affrontato le diverse missioni. Per i primi classificati il premio consiste nell’ingresso gratuito al castello di Duino, in pieno stile “KEYngdom”.

Una menzione speciale per i ragazzi di Sedegliano, secondi classificati, i quali hanno il grande merito di aver continuato con intensità le riflessioni e iniziative già iniziate l’anno scorso, riuscendo a svolgere con dedizione decine di “missioni” anche quest’anno.

Oltre al podio della MagicAvventura, la Festa diocesana dei Ragazzi di Lignano ha assegnato anche i premi per i plastici della cittadella di KEYngdom: in questo caso il primo premio è andato ai ragazzi di Remanzacco-Cerneglons, i quali hanno realizzato un plastico molto curato e con alcuni dettagli significativi. Nelle piazze d’onore si posizionano rispettivamente i plastici dei ragazzi di Gemona e Mortegliano-Lavariano-Chiasiellis.

I giochi della giornata, invece, sono stati vinti dagli affiatati ragazzi di Torreano. A completare il podio i gruppi di Martignacco-Zugliano – che gareggiavano nella stessa squadra – e Majano, rispettivamente al secondo e al terzo posto.

 

Le missioni svolte dai gruppi

Pensando alla MagicAvventura, sappiamo che i numeri non dicono la qualità di una proposta. È opportuno riflettere sul fatto che ogni singola azione di servizio, carità, accoglienza, spiritualità prescinde da punteggi e da valutazioni di qualsivoglia natura, essendo un’azione buona in sé stessa. In questo va dato merito ai catechisti di aver saputo cogliere la flessibilità della proposta della MagicAvventura di quest’anno, realizzando le proposte fattibili e “mettendone in cantiere” altre per il futuro.

Tuttavia, se vogliamo guardare a “quanto” bene si è fatto, possiamo dire che gli oltre 700 ragazzi iscritti alla MagicAvventura 2017-2018, nei loro 27 gruppi di provenienza, si sono resi protagonisti di ben 211 missioni così sviluppate:

  • 8 gemellaggi tra gruppi diversi, segno evidente che per “camminare insieme” è sempre bene “mettersi insieme”;
  • 52 attività in Parrocchia, di varia natura. Le più gettonate sono state le serate con il “Gioco dell’oca” con la Regina Miriam e le collette alimentari, anche in collaborazione con il Banco Alimentare;
  • 61 esperienze di spiritualità, tra le quali spiccano ben 37 esperienze di servizio durante le celebrazioni dei tempi di Avvento (con Novena di Natale) e Quaresima (con Triduo pasquale);
  • 51 uscite, nelle quali vanno menzionate le 20 missioni di visita ad anziani e malati, spesso nelle case di riposo sparse nel territorio friulano.

Se a questi numeri sommiamo le numerose partecipazioni alla Veglia di Avvento e alla Festa dei Ragazzi, giungiamo al totale delle missioni. Molti gruppi, infine, hanno svolto iniziative non contemplate nelle missioni assegnate dalla Regina Miriam, ma comunque doverose di una menzione. Pensiamo a: raccolte di fondi a favore di Caritas o missioni, collaborazioni con associazioni del territorio, momenti di spiritualità “extra-MagicAvventura”, eccetera. Non mancano, infine, iniziative in programma nei mesi a venire, nate proprio sulla scia della MagicAvventura.

Vuoi condividere questo articolo?

Facebooktwittermail

Segui l'Ufficio di PG sui social

Facebooktwitteryoutubeinstagram