Le indicazioni per la celebrazione della Cresima

L’Arcivescovo mons. Mazzocato ha diramato una lettera informativa ai sacerdoti, in cui fornisce alcune indicazioni per la celebrazione del Sacramento della Confermazione. «Come sappiamo è stata concessa la possibilità di celebrare anche il sacramento della Cresima e già varie parrocchie si stanno organizzando – scrive mons. Mazzocato -. Invito le parrocchie e le Collaborazioni pastorali a riprendere la preparazione e la celebrazione di questo sacramento e, ugualmente, degli altri sacramenti rispettando le norme di sicurezza ormai note.»

L’Arcivescovo riporta, in seguito, alcune indicazioni per la celebrazione:

  • se la capienza della chiesa, regolata dalle norme sanitarie, non permette grandi gruppi, organizziamo la celebrazione con gruppi poco numerosi;
  • la suddivisione in gruppi poco numerosi chiede, inevitabilmente, di moltiplicare le celebrazioni. Per far fronte all’aumento di celebrazioni invito a diversificare gli orari. Il sabato pomeriggio una celebrazione alle 16.30-17.00 e una alle 18.30-19.00; la domenica mattina alle 9.00-9.30 e alle 10.30-11.00; la domenica pomeriggio alle 16.30-17.00 e alle 18.30-19.00. Questa diversificazione di orari sarà più facile realizzarla nella stessa parrocchia ma è possibile anche in parrocchie vicine;
  • per assicurare la possibilità della partecipazione, accanto ai cresimandi, del padrino/madrina, dei familiari e di qualche amico, si consiglia che la celebrazione della Cresima sia riservata a loro e non sia fatta nelle S. Messe di orario comunitario;
  • le parrocchie possono chiedere di celebrare la Cresima in Cattedrale, il sabato e la domenica pomeriggio;
  • al momento della crismazione si invita il padrino/madrina ad accompagnare il cresimando tenendosi un passo indietro, senza toccarlo;
  • per la crismazione si preparino dei batuffoli di cotone monouso da intingere nel Sacro Crisma.

La catechesi, al momento, è regolata dal vademecum pubblicato durante l’estate 2020.

Vuoi condividere questo articolo?

Facebooktwittermail

Segui l'Ufficio di PG sui social

Facebooktwitteryoutubeinstagram