L’Arcivescovo ai ragazzi: «fate come Maria: sconfiggete il “drago rosso” del peccato»

Circa 700 ragazzi hanno partecipato alla Veglia di Avvento, il tradizionale appuntamento diocesano in cui l’Arcivescovo incontra i pre-adolescenti dell’Arcidiocesi. Molti dei partecipanti sono arrivati in Cattedrale portando la loro “ancora della speranza”, elaborato che accompagna i numerosi gruppi partecipanti alla MagicAvventura.

 

All’incontro, intitolato «Maria, stella del mattino», era presente una icona della Nostra Signora di Guadalupe, apparsa a un giovane messicano circa 500 anni fa. Il manto stellato di Maria, rappresentato nell’icona, ha rappresentato visivamente quanto è stato proclamato nella lettura che l’Arcivescovo ha scelto per l’incontro: «Apparve una donna vestita di sole, con la luna sotto ai suoi piedi e, sul capo, una corona di dodici stelle».

 

Prendendo spunto da questo brano dell’Apocalisse, l’Arcivescovo ha ricordato ai ragazzi di «non farsi vincere dal “drago rosso”, che nel brano rappresenta la tentazione del peccato. Maria è rimasta integra e pura davanti alla tentazione, per dare al mondo una creatura altrettanto pura: Gesù». L’Arcivescovo ha poi esortato i ragazzi presenti a prendersi un impegno concreto di speranza, in vista del Natale. «Facciamo come Maria, madre della speranza e stella del mattino, che si è impegnata dicendo il suo “si” al Signore. Così facendo, ha portato nel mondo la speranza: ha portato nel mondo Gesù!».

 

Il prossimo appuntamento diocesano per i pre-adolescenti sarà la grande Festa dei Ragazzi, prevista domenica 23 aprile a Gemona del Friuli. I gruppi che partecipano alla MagicAvventura, però, proseguiranno le proprie attività già durante le prossime settimane.

 

Per approfondire:

Foto della veglia.
MagicAvventura 2016-2017: la mappa stellare.

Vuoi condividere questo articolo?

Facebooktwittermail

Segui l'Ufficio di PG sui social

Facebooktwitteryoutubeinstagram