La Chiesa italiana si riunisce a Firenze. La speciale attenzione ai giovani

Tra il 9 e il 13 novembre 2015 si terrà a Firenze il 5° Convegno Ecclesiale Nazionale. A nove anni di distanza dall’ultimo appuntamento, i Vescovi italiani hanno voluto questo nuovo Convegno intitolandolo In Gesù Cristo il nuovo umanesimo. Questo convegno si pone a metà del decennio che la Chiesa italiana ha dedicato al grande tema dell’educazione, che tanto da vicino coinvolge anche il mondo dei più giovani.
 
 

Il tema

 
Fulcro e tema del Convegno sarà l’umanesimo cristiano: la Chiesa italiana vuole ribadire quanto Gesù stesso fece, ossia mettere la persona, l’uomo, al centro della propria attenzione pastorale (e non solo). Non si tratta – come scrive mons. Nosiglia, Vescovo di Torino, nel documento preparatorio – di «definire i termini e i confini di un nuovo umanesimo: si sceglie invece di partire dalle testimonianze che sono esperienza vissuta della fede cristiana e che sono tradotti in spazi di “vita buona del Vangelo” per la società intera.»
 
Il 5° Convegno affronterà quindi il trapasso culturale e sociale che caratterizza il nostro tempo e che incide sempre più nella mentalità e nel costume delle persone, sradicando a volte principi e valori fondamentali per l’esistenza personale, familiare e sociale. L’atteggiamento che deve ispirare la riflessione è quello a cui richiama quotidianamente papa Francesco: leggere i segni dei tempi e parlare il linguaggio dell’amore che Gesù ci ha insegnato. Solo una Chiesa che si rende vicina alle persone e alla loro vita reale, infatti, pone le condizioni per l’annuncio e la comunicazione della fede.
 
Concretamente, tutto questo si concretizzerà riflettendo su 5 “strade”: uscire, annunciare, abitare, educare, trasfigurare.
 
 

I giovani e il convegno

 
Queste tematiche incideranno profondamente nel modo di intendere la Pastorale Giovanile, rendendola – a tutti i suoi livelli – più attenta alla singola persona. Ciascuna delle 5 vie può accompagnare il lavoro dei singoli catechisti, animatori, ma anche insegnanti, genitori, allenatori. Ecco quindi il “nuovo umanesimo”, che si concretizza nella sua massima espressione quando è “in Gesù Cristo”, cioè radicato e fondato in Cristo.
 
 

Partecipazione e sostegno di tutti ai lavori del convegno

 
Viste le tematiche, il Convegno non può essere un evento d’élite, che vede protagonista a Firenze una stretta cerchia di fortunati. Gli attuali mezzi di comunicazione permettono a chiunque di seguire i lavori e di interagire con le persone direttamente presenti a Firenze. Citiamo, per esempio:

Il sito web www.firenze2015.it.la pagina Facebook “Convegno ecclesiale nazionale Firenze 2015”;il profilo Twitter @Firenze_2015 e l’hashtag #Firenze2015;L’app per smartphone e tablet.

 

La delegazione udinese

 
Da Udine ci sarà una delegazione guidata dall’Arcivescovo mons. Mazzocato. Ci sarà anche una rappresentanza dall’Ufficio di Pastorale giovanile, pertanto durante il convegno l’Ufficio di PG sarà chiuso.

Vuoi condividere questo articolo?

Facebooktwittermail

Segui l'Ufficio di PG sui social

Facebooktwitteryoutubeinstagram