Coordinate di Pastorale Giovanile: due incontri straordinari per catechisti ed educatori di PG

È passato un anno dal XV Sinodo ordinario dei Vescovi, un evento che ha avuto la profetica intuizione di porre i giovani al centro delle proprie riflessioni. 12 mesi sono un tempo troppo breve per cambiare le pratiche già in atto, ma sicuramente si tratta di un lasso opportuno per avviare pensieri, riflessioni e preghiere sul modo in cui viene annunciato Gesù risorto ai giovani di questo tempo.

Per continuare (o avviare) tali riflessioni, l’ufficio diocesano di Pastorale Giovanile propone per mercoledì 6 e mercoledì 13 novembre un mini-ciclo di incontri formativi – di natura straordinaria – intitolato «Coordinate di Pastorale Giovanile: dopo il Sinodo sui giovani, nel tempo della Generazione Z». Saranno ospiti due relatori di assoluta rilevanza per la pastorale e lo studio del mondo giovanile; essi saranno ospiti anche nel primo ciclo di incontri, dedicato ai sacerdoti, per la Formazione del clero.

Gli incontri si svolgeranno al centro Paolino d’Aquileia di Udine (via Treppo 5/B – possibilità di parcheggio interno). Per agevolare la presenza di chi risiede più lontano dalla città, entrambe le serate avranno inizio alle 20.00 e non alle 20.30.

Indice della pagina:

 

Il primo incontro: le parole coraggiose del Sinodo

«Le parole coraggiose del Sinodo sui giovani e per i giovani» è il tema di apertura della serata che mercoledì 6 novembre aprirà il mini-ciclo formativo. Ospite sarà don Rossano Sala, salesiano, in veste di Segretario Speciale del Sinodo sui giovani (si veda il paragrafo apposito per la biografia del relatore).

L’incontro esplorerà le riflessioni emerse nel Sinodo sui giovani, giungendo fino a delineare alcune scelte e prassi definite nella trilogia di documenti ecclesiali composti da:

Oltre ai tre documenti, per «arrivare preparati» al primo incontro suggeriamo la veloce lettura del testo «Le tre A della Pastorale Giovanile: ascolto, annuncio e accompagnamento», che lo stesso don Rossano Sala ha donato ai partecipanti al Convegno nazionale di Pastorale Giovanile intitolato «Dare casa al futuro» (Terrasini, aprile 2019), durante l’apertura dello stesso.

 

Secondo appuntamento: al centro la «Generazione Z»

Che cos’è la Generazione Z? Si tratta del termine sociologico con cui vengono identificati gli adolescenti e giovani nati dopo al 1999. Forse è più noto il termine Millennials (o Generazione Y), che però indica i nati negli anni ottanta e novanta. I «giovani d’oggi» sono al centro di innumerevoli ricerche sociologiche, pochissime delle quali sono condotte con un occhio di positività e di speranza, per individuare potenzialità e unicità nei ragazzi del nostro tempo. La dott.ssa Daniela Marzana, che collabora con l’Osservatorio Giovani dell’Istituto «G. Toniolo», ospite a Udine mercoledì 13 novembre, ci parlerà proprio di questo: «Generazione Z e Millennials: sguardo positivo tra vita e fede».

Anche in questo caso, per «arrivare pronti» all’incontro con Daniela Marzana proponiamo una lettura, nella fattispecie il volume «Generazione Z: guardare il mondo con fiducia e speranza», edito da Vita e pensiero.

 

Chi sono i relatori

Don Rossano Sala, primo da destra, assieme a Papa Francesco e a p. Giacomo Costa, gesuita e – come don Sala – Segretario speciale del Sinodo sui giovani.

Don Rossano Sala

Nato a Besana Brianza (in Provincia e Diocesi di Milano), il 9 agosto 1970. È professo nella società salesiana dal 1992 e sacerdote dal 2000. Impegnato nell’esercizio della missione salesiana tra i giovani dal 2000 al 2010 (nelle case salesiane di Bologna e Brescia prima come animatore pastorale e vocazionale e poi come Direttore e Preside), dal 2011 è entrato a far parte della comunità accademica dell’Università Pontificia Salesiana (prima della sezione di Torino-Crocetta e poi della sede centrale di Roma).

Ha ottenuto la Licenza in Teologia Fondamentale presso la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale nel 2002 sotto la guida del prof. Pierangelo Sequeri con la tesi: Dialettica dell’antropocentrismo. La filosofia dell’epoca e l’antropologia cristiana nella ricerca di H.U. von Balthasar: premesse e compimenti (Glossa, Milano 2002).
Nella stessa Facoltà e sotto la guida del medesimo Docente ha conseguito il titolo di Dottorato nel 2012 con la tesi: L’umano possibile. Esplorazioni in uscita dalla modernità (LAS, Roma 2012).

Ha insegnato “Teologia fondamentale” dal 2004 al 2012 nella sezione di Torino-Crocetta. Dall’anno accademico 2012-2013 ha ricevuto l’incarico di ricoprire la cattedra di “Pastorale giovanile” nella Facoltà di Teologia. Attualmente ne è titolare come Professore Straordinario.

Da settembre 2016 è divenuto Direttore della Rivista Note di pastorale giovanile.

Il 17 novembre 2017 è stato nominato da papa Francesco Segretario Speciale per la XV Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi dal tema I giovani, la fede e il discernimento vocazionale.

La dott.ssa Daniela Marzana, in piedi.

Dott.ssa Daniela Marzana

Psicologa, è dottore di ricerca in psicologia, assegnista di ricerca presso la Facoltà di Psicologia dell’Università Cattolica di Milano e docente a contratto di Psicologia dei Gruppi e di Comunità presso la Facoltà di Psicologia, sede di Brescia. Si occupa di psicologia sociale e di comunità con particolare interesse per la ricerca-azione e i temi dell’impegno sociale giovanile, dalla cittadinanza attiva all’impegno politico e volontario.

Oltre alle numerosissime pubblicazioni, Daniela Marzana ha collaborato nella realizzazione di «Generazione Z: guardare il mondo con fiducia e speranza» (a cura di P. Bignardi, E. Marta, S. Alfieri, ed. Vita e Pensiero, 2018).

Infine, Daniela Marzana collabora con l’istituto «G. Toniolo» dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano per la realizzazione degli annuali «Rapporto Giovani».

 

Chi è invitato (e come fare per partecipare)

Agli incontri sono invitati in modo particolare:

  • Sacerdoti e religiose/i, in particolare chi opera nel mondo giovanile;
  • Catechisti di pre-adolescenti e adolescenti;
  • Responsabili degli oratori e animatori/educatori adulti;
  • Capi scout;
  • Educatori di movimenti o associazioni ecclesiali impegnati nel mondo giovanile;
  • Insegnanti nei cicli scolastici secondari.

Non si tratta di incontri per adolescenti, né di catechesi o formazione giovanile.

La partecipazione è libera e gratuita a entrambi gli appuntamenti. Ricordiamo che l’inizio è previsto alle 20.00 (non alle 20.30) per favorire chi proviene dai luoghi più lontani dell’Arcidiocesi.

 

Può interessare a qualche tuo amico?

Vuoi condividere questo articolo?

Facebooktwittermail

Segui l'Ufficio di PG sui social

Facebooktwitteryoutubeinstagram