Calendario diocesano di Pastorale Giovanile: tra speranza e novità

È stato pubblicato su questo sito – nella sezione “Appuntamenti” diocesani – ed è in corso di presentazione agli appuntamenti foraniali del corso per catechisti il calendario diocesano di Pastorale Giovanile, che quest’anno presenta alcune novità e qualche opportunità scaturita dal periodo di pandemia. Tutte le proposte, tuttavia, sono passibili di modifiche conseguenti all’andamento della situazione epidemiologica.

Pre-adolescenti: gli appuntamenti tradizionali e la MagicAvventura

Gli appuntamenti diocesani per pre-adolescenti restano la consueta Veglia dei ragazzi in Cattedrale la prima domenica di Avvento (29 novembre) e la Festa diocesana dei ragazzi (18 aprile), con i workshop per animatori dal giorno precedente. Degna di nota anche la nuova edizione della MagicAvventura, presentata nella parentesi dedicata agli appuntamenti diocesani durante il corso per catechisti, che troverà spazio su questo sito web a partire dal 1° ottobre.

Ricordiamo che in ufficio di Pastorale Giovanile è sempre disponibile la trilogia catechistica sulle virtù teologali.

Adolescenti: Bota fé si avvicina ai territori

Le principali novità nel calendario diocesano riguardano un maggior investimento sui territori per quanto riguarda la pastorale degli adolescenti. In particolare, già a partire dalla veglia di inizio anno, il COVID stesso ha offerto l’opportunità di coinvolgere più da vicino i catechisti e i responsabili dei gruppi di adolescenti (cresimandi, cresimati, animatori, scout, ecc.) per la realizzazione di un momento di preghiera rivolto ad adolescenti, quella che fino all’anno scorso era la veglia foraniale di inizio anno.

La stessa modalità “collaborativa” sarà adottata – nelle Foranie che desiderano già applicarvisi – nella realizzazione di alcuni momenti di preghiera durante l’anno, che per continuità con la proposta diocesana sono chiamati a loro volta Bota fé. Tra fine settembre e inizio ottobre 2020 alcuni sacerdoti giovani riuniranno catechisti ed educatori delle varie CP per iniziare una riflessione a riguardo. Sarà sempre presente e aperta, tuttavia, una proposta di Bota fé in seminario a Castellerio: essa sarà curata dalla Pastorale Giovanile del Vicariato Urbano di Udine.

Un’ulteriore novità nel calendario 2020-2021 riguarda la proposta di una due-giorni residenziale per adolecenti e giovani, sull’esempio di quella vissuta a gennaio 2019 in occasione della GMG di Panama. I giorni 14-15 febbraio, in cui è prevista una chiusura scolastica, saranno dedicati a questa iniziativa. Luogo da definire.

Restano fissi gli appuntamenti della Veglia diocesana di Quaresima (26 febbraio) e della Veglia vocazionale (23 aprile), così come la proposta dei sussidi di preghiera realizzati dagli stessi gruppi giovanili dell’Arcidiocesi.

L’estate 2021, infine, vedrà “recuperare” il campo per adolescenti (o meglio: il pellegrinaggio estivo) sul tema dell’Eucaristia già previsto nell’estate 2020, rimandato poi a causa del COVID.

Un’ultima nota riguardante le festa salesiane dei giovani e dei ragazzi, di carattere triveneto, che abitualmente si svolgevano a Jesolo: nel 2021 le feste non sono previste.

Giovani: le 10 Parole tornano nel 2021. Intanto…

E le proposte per giovani? Niente paura. La proposta “principe”, ossia le 10 Parole, sta terminando in questi mesi il cammino interrotto con l’arrivo della pandemia. Nel 2021 sarà proposta una nuova edizione del percorso.

Anche i “Mercoledì dell’Angelo”, realizzati dalla PG del Vicariato Urbano di Udine con il supporto dell’ufficio diocseano di PG, saranno riproposti a partire dal 2021. Analoghe esperienze sul territorio, come per esempio “Un altro venerdì” della Bassa Friulana, saranno rese note su questo sito web.

La proposta della SPES, la Scuola di Politica ed Etica Sociale di cui la PG diocesana è soggetto patrocinatore, è sempre presente: quest’anno i tradizionali incontri frontali troveranno spazio su web. Questo aspetto ha consentito l’attivazione di un laboratorio socio-politico per giovani under-30, per approfondire le applicazioni concrete dei principi della Dottrina sociale della Chiesa.

Vuoi condividere questo articolo?

Facebooktwittermail

Segui l'Ufficio di PG sui social

Facebooktwitteryoutubeinstagram