«Affidiamoci sempre allo Spirito Santo, che aiuta a essere concordi e perseveranti»

Tratto dal sito: www.seminarioudine.it

 

«Abbiamo ricevuto lo Spirito Santo con il Battesimo, vero? Come nel giorno di Pentecoste, quello stesso spirito ci aiuta a essere “perseveranti” e “concordi”». Sono le parole dell’Arcivescovo di Udine mons. Andrea Bruno Mazzocato, rivolte alle circa 600 persone presenti in seminario in occasione della XXXIV Festa diocesana dei Ministranti. L’Arcivescovo ha fatto notare come «quel giorno, nel cenacolo, i futuri apostoli non erano soli: con loro c’era Maria e – assieme – hanno ricevuto lo Spirito Santo. Solo allora sono andati nel mondo a predicare a tutti la buona notizia del Vangelo».

Proprio la figura di Maria era al centro del tema della Festa: «Perseveranti e concordi con Maria». La madre di Gesù è stata al centro delle catechesi che hanno preceduto la Santa Messa, nelle quali i ministranti e i genitori hanno potuto riflettere sul “si” che la giovane ragazza di Nazaret rivolse all’angelo. Sempre Maria è stata raffigurata in modo fantasioso nelle decine di cartelloni che i ministranti – provenienti da tutta l’Arcidiocesi – hanno portato con sé a Castellerio. Anche il gadget della festa, un rosario bianco, ha voluto rimarcare il tema mariano dell’edizione 2018. Assieme al rosario, i partecipanti hanno potuto portare a casa il nuovo numero di “Festa è servizio”, il giornalino dei ministranti.

La giornata di Festa si è sviluppata, poi, tra animazione ed esilaranti scenette, la famigerata “pasta degli alpini” e il colorato corteo che dai locali di via Castellerio si è diretto verso la chiesa di Pagnacco, accompagnata dalle note della Nuova Banda di Orzano. Il pomeriggio, invece, ha messo al centro i grandi giochi che hanno visto sfidarsi ministranti di Parrocchie diverse.

Prima delle premiazioni, il rettore del Seminario don Loris Della Pietra ha annunciato l’ordinazione sacerdotale di ben 6 giovani friulani, in programma sabato 24 giugno. Assieme ai numerosi confratelli presenti – tra cui molti cappellani giovani – don Loris ha invitato i ministranti e i genitori a pregare per gli ordinandi, affidandoli all’intercessione di Maria.

E in conclusione, dopo la bella notizia delle imminenti ordinazioni sacerdotali, è giunto il tempo delle agognate premiazioni. Il premio per il cartellone più bello è stato assegnato al gruppo unico dei ministranti della Forania di Porpetto, i quali hanno realizzato un cartellone usando una rete da pesca capace di “unire” simbolicamente le Parrocchie della Forania. Un ulteriore riconoscimento è stato assegnato alla Parrocchia di Nimis, il cui cartellone aveva in realtà la forma di un maxi-rosario.

I giochi pomeridiani sono stati vinti dai ministranti della Parrocchia di Cleulis, nell’alta Valle del Bût. Nelle piazze d’onore si sono classificati i ministranti delle Parrocchie di Pertegada e Mortegliano.

Il complicato algoritmo per l’assegnazione dei premi ai gruppi più numerosi, invece, ha assegnato la vittoria “numerica” ai gruppi di Latisana (per il basso Friuli), Rivignano (per il medio Friuli) e – per l’alto Friuli – al grande gruppo composto dai ministranti di Malborghetto-Valbruna, Santa Caterina, Ugovizza e Bagni di Lusnizza.

 

Per approfondire:

Vuoi condividere questo articolo?

Facebooktwittermail

Segui l'Ufficio di PG sui social

Facebooktwitteryoutubeinstagram