A Gemona incontro con Gianna Jessen, sopravvissuta all’aborto

Giovedì 23 novembre alle ore 20.30, a Gemona del Friuli nel Centro parrocchiale Glemonensis (in via Pio Paschini 1), si terrà la conferenza-testimonianza di Gianna Jessen, sopravvissuta a un aborto salino, nel 1977, in una clinica planned parenthood, quando la madre era a 30 settimane di gravidanza.

Giovedì 23 novembre alle ore 20.30, a Gemona del Friuli nel Centro parrocchiale Glemonensis (in via Pio Paschini 1), si terrà la conferenza-testimonianza di Gianna Jessen, sopravvissuta a un aborto salino, nel 1977, in una clinica planned parenthood, quando la madre era a 30 settimane di gravidanza.

 

Nonostante sia rimasta gravemente lesa da paralisi cerebrale e muscolare, e sia stata allevata in un orfanotrofio come un’handicappata senza speranza, a 4 anni Gianna è stata adottata da chi ha saputo volerle bene per quel che era ed è, e le ha tenacemente fatto fare fisioterapia e riabilitazione: contro ogni speranza, ha recuperato buona parte dei suoi handicap. Ha pure imparato a camminare, nel 2006, ha partecipato alla maratona di Londra, per dare un forte segno di speranza.

 

L’incontro di Gemona è organizzato in collaborazione con il Centro di Auito alla Vita di Gemona, la Parrocchia di Gemona e il coordinamento diocesano “Persona, famiglia e vita”.

Vuoi condividere questo articolo?

Facebooktwittermail

Segui l'Ufficio di PG sui social

Facebooktwitteryoutubeinstagram